Adowp

Adowp

In locale posta imap scarica

Posted on Author Nikogis Posted in Software

  1. IMAP o POP3?
  2. Differenze tra protocollo POP e IMAP nelle email
  3. Spazio terminato su caselle IMAP
  4. POP / IMAP / SMTP

Sarebbe più conveniente fare un server locale che scarica la posta da internet e gli utenti in loco, lavorando in IMAP e lasciando la posta sul. Come creare, inoltre, con Outlook il backup di una casella IMAP che possono essere utilizzati per scaricare le email: POP3 e IMAP. Per poter creare un backup in locale della posta di Outlook, comprese le caselle IMAP. Molti fornitori del servizio email IMAP offrono caselle di posta che non di scaricare in locale le email più vecchie dal server IMAP in modo da. Il protocollo IMAP ha il vantaggio di poter avere l'archivio di posta sempre disponibile, indipendentemente dal client con cui ci si collega.

Nome: in locale posta imap scarica
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 36.31 Megabytes

Moderatore Volontario Non dovresti avere necessità di fare alcuna operazione specifica: tutto è già come chiedi! Quando Outlook si sincronizza con il server IMAP di fatto scarica in locale una copia dei messaggi che vengono poi salvati all'interno di un archivio. Tale archivio è disponibile anche quando non sei fisicamente connesso al server; semplicemente non potrai sfruttare alcune delle funzionalità di invio posta ma i messaggi già scaricati non dovrebbero essere un problema.

Fai solo attenzione ad un caso specifico: se la tua attuale configurazione scarica solo le intestazioni dei messaggi ed il corpo non è ancora stato scaricato, quando andrai offline ovviamente non riuscirai ad accedere al contenuto del messaggio perchè non è ancora in locale, non è mai stati scaricato.

Ti dovresti accorgere che è presente solo l'intestazione perchè l'icona associata è differente da quanto il messaggio è scaricato per intero l'icona rappresenta una busta parziale, mentre nel secondo caso la busta è completa.

Se elimino un messaggio dalla posta in arrivo dell'Iphone, il messaggio verrà cancellato dalla posta in arrivo di tutti gli altri dispositivi. Se invio dal computer un messaggio nuovo, tale messaggio verrà visualizzato nella cartella posta inviata di tutti i dispositivi. Se sposto dall'Ipad un messaggio dalla cartella posta in arrivo alla cartella clienti, il messaggio verrà visualizzato nella cartella clienti di tutti i dispositivi.

Vantaggi e svantaggi del POP3 Il vantaggio principale del protocollo POP3 è legato al fatto che esso permette di rimuovere, dopo averli scaricati, i messaggi dal client.

IMAP o POP3?

Questa caratteristica permette di non far riempire la casella di posta sul server, e di non raggiungere l'ingolfamento e l'impossibilità di ricevere nuovi messaggi di posta perchè il server è pieno. Un altro vantaggio è dato dalla maggiore velocità del protocollo POP3. In fase di scaricamento dei messaggi di posta da un client di posta, vengono scaricati solamente i messaggi nuovi successivi, cronologicamente, all'ultima ricezione effettuata.

I messaggi precedenti vengono ignorati. Infine, se si imposta il POP3 per mantenere i messaggi sul server, ad esempio per 10 giorni, possiamo scaricare i messaggi su altri computer o dispositivi, a patto di farlo entro il termine configurato. Lo svantaggio principale del protocollo POP3 rimane quello legato ai messaggi inviati. Se utilizzo il POP3 su più dispositivi, i messaggi di posta elettronica inviati saranno visibili solamente nella cartella posta inviata del dispositivo dal quale ho inviato.

Molti ovviano a questo problema inserendo tra i destinatari dell'email anche il proprio indirizzo di posta elettronica, ma in questo caso i messaggi inviati vengono ricevuti ed inseriti nella casella posta in arrivo, generando confusione.

Vantaggi e svantaggi dell'IMAP Il protocollo IMAP, come già detto, offre la grande comodità di gestire tutte le cartelle di una casella di posta elettronica sincronizzando il client con il server di posta. Questo comporta una serie di vantaggi, il primo dei quali è che, configurando tutti i dispositivi che utilizziamo con il protocollo IMAP, non dobbiamo preoccuparci più dei messaggi inviati.

Ogni messaggio inviato verrà salvato nella cartella posta inviata del server e successivamente sincronizzato con tutti i dispositivi connessi. Un messaggio in bozza è composto e salvato in Thunderbird, ma non inviato.

La bozza deve essere copiata dall'archivio dei messaggi di Thunderbird al server di posta. In Thunderbird, ad ogni avvio del programma, viene controllato lo stato della sincronizzazione tra l'archivio dei messaggi del computer locale e il server di posta e vengono eseguiti tutti i trasferimenti necessari da e verso il server.

Vengono inoltre effettuate la ricezione dei nuovi messaggi dal server, la cancellazione sul server dei messaggi che sono stati cancellati sul computer locale, ecc.

In Thunderbird il processo di sincronizzazione continua sino a quando il programma è attivo e accede a Internet. Se la connessione viene persa, la sincronizzazione si avvia di nuovo in Thunderbird non appena l'accesso è ripristinato.

Differenze tra protocollo POP e IMAP nelle email

In Thunderbird è possibile accedere anche ai messaggi non ancora sincronizzati. In questo caso viene scaricata solo l'intestazione anziché l'intero messaggio.

L'intestazione dei messaggi contiene informazioni quali l'indirizzo di provenienza, destinatari, oggetto, ecc. Quest'ultimo non viene scaricato sino a quando non si fa clic sul messaggio nell'elenco messaggi.

Spazio terminato su caselle IMAP

Tuttavia se il computer non è connesso ad Internet non è possibile leggere il messaggio. Il processo di sincronizzazione ha un impatto sulle prestazioni e sull'utilizzo dello spazio sul disco. Prestazioni e ricerca I messaggi archiviati sul computer locale sono caricati più velocemente dei messaggi archiviati sul server di posta e il corpo del messaggio viene scaricato al momento della richiesta.

È sufficiente fare clic sul messaggio nell'elenco dei messaggi in Thunderbird.

Per poter essere visualizzato in Thunderbird, il corpo del messaggio deve essere scaricato dal server di posta. Questo è in parte dovuto al processo stesso di ricezione e in parte al processo di indicizzazione che, analizzando e creando tali indici, consente una ricerca più veloce ed efficace.

Tale server è solitamente chiamato mail. Se il server di destinazione è il server stesso quindi si è inviata una mail ad un utente dello stesso provider , il messaggio passa alla seconda fase, quella di consegna illustrata nel prossimo paragrafo.

Tale formato viene ora utilizzato da molti altri software, sia server che client, come Courier, Procmail, KMail ed Evolution. Anche il posto dove le mail vengono consegnate non è sempre lo stesso. La lettura della posta Nei primi anni della grande rete, quando la posta elettronica veniva solitamente usata dagli utenti locali dei computer, per leggere la posta bastava utilizzare un client che andasse a leggere il proprio mbox, sulla macchina locale o eventualmente dallo share NFS del server di posta nel caso di terminali, per esempio nelle universtità.

Tramite questo protocollo, il client si connette al server e scarica tutti o una parte dei messaggi disponibili per la consultazione fuori linea. Quando si utilizza questo protocollo e si possiede più di un computer, il metodo più semplice per poter leggere le email da entrambi è impostare uno dei client per cancellare tutti i messaggi, e gli altri per non farlo. Allo stesso tempo, se un messaggio arrivasse mentre è in corso la sequenza di download della posta, non sarebbe disponibile su alcune macchine.

POP / IMAP / SMTP

In un server IMAP, il server fa più che fornire la possibilità di scaricare i messaggi ai client, ma si occupa di tenere archiviati i messaggi, organizzandoli gerarchicamente in cartelle , similmente a come i client moderni gestiscono la posta salvata localmente. Questo protocollo, tenendo archiviati i messaggi lato server, è sicuramente la scelta più comoda per poter accedere alla posta da più di un computer, o da più di un client, ma soffre di un grave problema: i messaggi restando sul server continuano ad occupare spazio sulla mailbox, che finirebbe per riempirsi in breve tempo.

Il problema e la soluzione Come abbiamo visto, uno dei problemi maggiori che si possono avere quando si possiede più di un computer, ed uno è un portatile o è per esempio nel proprio ufficio o in ogni caso in una rete diversa da quella del proprio provider è quello di accedere alla posta che si trova nei server del provider.

Un altro problema è il fatto che utilizzando POP3 non è affatto semplice avere la posta a disposizione su tutti i client per poterla leggere con calma, mentre con IMAP4 si finisce col consumare la propria quota nella mailbox. Tale soluzione richiede veramente poche risorse, e le normali capacità tecniche necessarie per la configurazione di un server di rete, ed utilizza solamente software libero.

È poi necessario avere i seguenti pacchetti: fetchmail, maildrop e dovecot. Opzionalmente è possibile utilizzare bogofilter o spamassassin. La scelta del software a lato server è stata sicuramente quella che mi ha fatto impiegare più tempo. Scartai anche cyrus-imapd semplicemente perché non riuscivo a capire come funzionasse.

Dovecot, invece, è più compatibile, semplice e funzionale. Come MDA ho appunto scelto lo stesso fornito con la suite Courier, Maildrop, che è abbastanza potente e non ha grossi problemi conosciuti.


simile