Adowp

Adowp

Fiamme dallo scarico

Posted on Author Akinot Posted in Sistema

Il ritorno di fiamma ha origine quando i gas di scarico con ancora tracce di carburante incombusto passano. L'espressione "ritorno di fiamma" descrive il fenomeno in cui il carburante brucia Se stai cercando di far uscire delle fiamme dallo scarico, vale la pena fare un. fiamme dallo scarico: come??? Ciao a tutti, volevo chiedere come si fanno a fare le fiamme allo scarico (ho visto una volta un'impreza a marcallo. qualcuno saprebbe spiegarmi in maniera precisa le cause che determinano gli scoppi e le sfiammate dagli scarichi in fase di rilascio del gas? mi.

Nome: fiamme dallo scarico
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 30.81 MB

L'avere due termini distinti aiuta ad identificare con maggiore chiarezza i sintomi in fase di risoluzione dei problemi nella preparazione di una vettura da competizione o per la correzione di anomalie di funzionamento. Ritorno di fiamma all'alimentazione modifica modifica wikitesto Il ritorno di fiamma si genera quando la combustione avviene in modo anomalo, quindi con tempistiche errate o in genere quando le valvole d'alimentazione rimangono o sono ancora aperte.

Ritorno di fiamma allo scarico modifica modifica wikitesto Ritorno di fiamma in una moto da corsa Il ritorno di fiamma ha origine quando i gas di scarico con ancora tracce di carburante incombusto passano dalla camera di combustione allo scarico. Essendo quest'ultimo rovente a causa dell'attività del motore, i gas di scarico vengono incendiati, producendo le caratteristiche fiammate.

Il fenomeno avviene anche nelle vetture da competizione specialmente quelle sovralimentate tramite l'uso di un turbocompressore: durante la cambiata, quando il guidatore rilascia l'acceleratore per ingranare la marcia vi è un momento in cui nel motore vi è un eccesso di benzina che non viene incendiata dato che l'acceleratore non viene premuto, per cui viene prodotto il backfire assieme al tipico rumore di sfiato della valvola pop-off.

I proprietari di veicoli elaborati solitamente sfruttano il ritorno di fiamma come ulteriore "effetto scenico" in aggiunta alle modifiche estetiche apportate al mezzo. Nelle auto progettate per scopi differenti dalla circolazione stradale manifestazioni, film, eccetera possono essere inseriti degli iniettori di carburante aggiuntivi in modo che funzionino come dei piccoli lanciafiamme per produrre dei ritorni di fiamma.

Questo è un sistema usato sulle auto da rally ed è possibile installarlo solo su quelle dotate di turbo, perchè sulle auto aspirate l' erogazione è lineare mentre nei turbocompressi no, ed è presente questo vuoto prestazionale finchè non si riempe da capo con i gas di scarico la turbina e rientra in funzione. Le temperature in gioco sono elevate ragione per cui serve una turbina adatta per poter gestire tale situazione.

Non servono moduli ma basta una seconda mappa selezionabile con l' opzione in mappa dell' iniezione in fase di ritardo. Questo sistema non và confuso con l' alimentazione grassa.

Tecnica: il ritorno di fiamma

Con l' alimentazione grassa, dovuta ad una cattivo ed elevato dosaggio della benzina, quest' ultima in eccesso attraversa la camera di scoppio rimanendo incombusta, per poi a contatto con l' elevate temperature dello scarico esplodere e generare la fiammata. In questo caso i botti avvengono in accelerazione, perchè arriva questa benzina in eccesso, mentre con il Bang al contrario è solo in rilascio.

Il terzo caso invece è quando vengono utilizzati i flame-kit, usati spesso nel mondo del tuning, che consiste in un kit con tanto di bombola butano nel serbatoio. Non c'è bisogno di ricordare che dosi più elevate di carburante sono anche più pericolose; se non ti sei mai cimentato in queste modifiche, dovresti prima limitarti a quelle meno rischiose.

Sebbene le specifiche varino in base al tipo di vettura e di kit per la unità di controllo motore, in linea generale il tuo obiettivo è modificare le tempistiche di apporto e di interruzione della benzina in corrispondenza del numero di giri a cui desideri che si generi il ritorno di fiamma.

Per esempio, se stai usando un kit di programmazione "Flash Tune Kit", imposta l'apporto di carburante al numero intero negativo minimo che il sistema accetta.

Inserisci questi interi negativi per esempio per un intervallo di circa giri al minuto; in pratica, questo è il "trucco" che innesca la detonazione. Impostando dei numeri sbagliati potresti inavvertitamente distruggere la macchina; non dovresti neppure pensare di apportare queste modifiche senza il supporto di un meccanico esperto.

Accertati sempre che il pubblico si trovi a una distanza di sicurezza per evitare di causare ustioni!

Se stai cercando di far uscire delle fiamme dallo scarico, vale la pena fare un po' di scorta di carburante. La benzina scorre più rapidamente nel motore durante questa manovra, quindi devi considerare tale dettaglio se hai intenzione di procedere. Pubblicità Avvertenze I motori che generano un ritorno di fiamma sono estremamente rumorosi, pertanto dovresti usarli solamente nei luoghi in cui l'inquinamento sonoro non è un problema.

Non c'è bisogno di ricordare che, se ci tieni all'integrità del motore, non è consigliabile generare regolarmente un ritorno di fiamma; nelle auto moderne questo fenomeno causa gravi danni, quindi procedi con cautela.


simile