Adowp

Adowp

Elettrica nei gas rarefatti scarica

Posted on Author Kagashura Posted in Rete

  1. Scariche elettriche in gas rarefatti
  2. Scarica elettrica nei gas rarefatti
  3. Cerca tra gli strumenti presenti nel museo

Lo studio del passaggio dell' elettricit`a in gas rarefatti inizi`o verso la met`a dell' Nei gas la legge di Ohm V = RI non `e verificata: il legame tra tensione e il passaggio di corrente attraverso il gas (la scarica elettrica) attraversa una. Conducibilità, tensione e scarica della corrente elettrica nei gas. Come avviene la conducibilità elettrica nei gas Scarica nei gas rarefatti; Concetti chiave. Scarica elettrica nei gas rarefatti. L'aria ed i gas in condizioni normali di pressione atmosferica sono pessimi conduttori di corrente elettrica. Ma a bassa. la corrente nei gas non segue la legge di Ohm, e quindi non è possibile stabilire la . L'aspetto della scarica nel gas rarefatto varia con la pressione del gas.

Nome: elettrica nei gas rarefatti scarica
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 26.65 MB

Metodi di ionizzazione[ modifica modifica wikitesto ] Energia di prima ionizzazione in elettronvolt come funzione del numero atomico. Come si vede, essa è compresa fra 5 e 25 elettronvolt. Generalmente, dal punto di vista microscopico questi metodi per formare una scarica o plasma sono tutti equivalenti: viene fornita dell'energia agli elettroni legati ai nuclei , che a un certo punto si liberano dal legame col nucleo. Elettroni liberi collidono con altri atomi neutri, liberando ancora più elettroni, e il processo poi procede a cascata fino a un equilibrio, che dipende unicamente dalla pressione del gas e dal campo elettrico applicato.

La condizione iniziale è che gli elettroni abbiano un'energia cinetica maggiore del potenziale di ionizzazione dell'elemento usato per la scarica.

Il tubo in queste condizioni è come raffigurato, l'area dell'Anodo è interessata da una colonna luminosa detta colonna positiva, mentre lo spazio oscuro di Hittorf è seguito da uno strato luminescente violaceo detto bagliore negativo. L'intensità di corrente che interessa il fenomeno nel tubo a regime, è dell'ordine di alcuni ampere, e la tensione si ripartisce lungo il tubo secondo la curva rappresentata dal diagramma, ovvero una tensione non uniformemente ripartita, ma con diverse cadute in funzione del percorso nel tubo.

Si ha una caduta anodica nel punto di anodo con un campo elettrico intenso ma di piccola estensione; a seguire la colonna positiva con un campo elettrico uniforme, ma meno intenso con una caduta di tensione piccola; nello spazio oscuro di Faraday la caduta non è apprezzabile, mentre diventa più intenso il campo elettrico nell'area del bagliore negativo; al catodo si ha la caduta di tensione catodica che interessa la zona dello spazio oscuro di Hittorf che interessa la maggior parte della tensione applicata al tubo, in quanto realizza un intenso campo elettrico il vero campo acceleratore degli ioni, che imprime loro l'accelerazione verso il catodo e con il loro urto provocano la ionizzazione delle molecole superficiali generando la luminescenza del catodo.

Scariche elettriche in gas rarefatti

Allo stesso tempo gli elettroni distaccati dal catodo, vengono lanciati verso l'anodo e, nel loro percorso, provocano la ionizzazione per urto del gas, liberando altri elettroni che si uniranno ai precedenti dando or,igine al bagliore della colonna positiva entro la quale si formano ioni positivi attratti dal catodo.

Il fenomeno quindi risulta legato alla pressione del gas all'interno del tubo.

Con una pressione elevata lo è anche il numero di molecole, e quindi gli urti sono elevati. La colonna positiva si contrae e si estende lo spazio scuro; proseguendo verso l'alto vuoto si formerà una leggera fluorescenza verde sulle pareti del tubo, quindi si ferma la conduzione.

Il processo di conduzione nei gas rarefatti, si verifica per effetto della caduta catodica che crea il campo elettrico che imprime agli ioni la velocità per l'ulteriore ionizzazione per urto. Nella colonna positiva il campo elettrico è sufficiente a mantenere il movimento con moto uniforme di ioni ed elettroni con la stessa velocità acquisita grazie all'accelerazione del campo della caduta catodica.

Scarica elettrica nei gas rarefatti

Per tale motivo la colonna positiva assume forme ripiegate più o meno lunghe, e su questo principio si basano i tubi luminosi pubblicitari che in genere utilizzano come gas il neon. Nella realizzazione delle scritte di insegne luminose, i diversi tubi vengono collegati in serie per ottenere lo stesso regime di funzionamento per le diverse lunghezze con tensioni di lavorodi qualche migliaio di volt.

Fonte Elettrotencica - Olivieri Ravelli. Weinberg rif. Esercitazione: Dopo aver ricavato le formule necessarie , calcolare i valori della penultima colonna della tabella allegata.

Argomentare questa affermazione. Il problema della deflessione elettrostatica dei raggi catodici.

Cerca tra gli strumenti presenti nel museo

In una conferenza del alla Royal Institution, Thomson espose due ipotesi, ciascuna delle quali aveva come presupposto che la carica negativa, scoperta da Perrin, fosse trasportata da "qualcosa".

Ipotesi uno: "Le dimensioni dei portatori di carica elettrica nei gas devono essere piccole in confronto a quelle degli atomi e delle molecole ordinari". Ipotesi due: "I portatori sono sempre gli stessi, qualunque sia il gas usato nel tubo di scarica".


simile