Adowp

Adowp

Gazzetta del mezzogiorno gratis scarica

Posted on Author Kahn Posted in Multimedia

Download La Gazzetta del Mezzogiorno per Android di Edisud S.p.a. per 0 €. La Gazzetta del Mezzogiorno finalmente sul tuo cellulare Android. Con La Gazzetta del Mezzogiorno il piacere di leggere il tuo quotidiano diventa interattivo! Lettura: Puoi scegliere l'edizione del giorno, o un'edizione. sito La Gazzetta del Mezzogiorno - La Gazzetta del Mezzogiorno è un quotidiano a caratterizzazione interregionale, profondamente radicato in Puglia e in. La Gazzetta del Mezzogiorno, quotidiano online aggiornato su Bari, Bat, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto, Matera, Potenza, Puglia, Basilicata, sport, politica.

Nome: gazzetta del mezzogiorno gratis scarica
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 66.72 MB

Home Scaricare dal web senza rischi L'industria discografica e del cinema insieme per aiutare gli internauti a scaricare musica e film legalmente, grazie ad un software gratuito e sicuro da virus 22 Settembre ROMA - L'industria discografica e del cinema si uniscono per aiutare gli utenti internet ad utilizzare musica e film legalmente: tra oggi e domani sarà a disposizione un software gratuito che permette di usufruire di file musicali e opere cinematografiche senza commettere illegalità.

E per le imprese e le istituzioni arriva una guida sulla sicurezza informatica e sui rischi legali che si corrono condividendo file non autorizzati.

Entrambi i prodotti si legano alla serie di iniziative educative legate alla musica on-line e al corretto uso del file-sharing. Il nuovo strumento software, il Digital file Check, DFC, è stato sviluppato da IFPI, federazione internazionale dell'Industria Discografica, in collaborazione con MPA Motion Picture Association , associazione mondiale dei produttori cinematografici, e consente di rimuovere o bloccare eventuali programmi di file-sharing, spesso utilizzati per distribuire senza alcuna autorizzazione file tutelati dal diritto d'autore.

Il software è gratuito e non trasmette assolutamente alcuna informazione ad organizzazioni antipirateria.

Non comprendiamo la scelta di raccogliere pubblicità anche per le testate nostre concorrenti, né quella di chiudere redazioni strategiche come quella di Matera - proprio nell'anno in cui la città è diventata Capitale europea della Cultura - seguita a ruota da Brindisi e, in questi ultimi giorni, dall'annunciata chiusura di Barletta.

Un paradosso: quella gestione aziendale che si vorrebbe ingessata dalla gestione commissariale quando si chiedono lumi sulle retribuzioni e sui piani di rilancio, diventa poi assolutamente sollecita e determinata quando si tratta di praticare tagli.

Di questi mesi terribili fatti di lavoro non retribuito, di notti, domeniche e giorni di festa trascorsi lontani dai nostri cari pur di garantirvi una corretta informazione, dei silenzi offensivi riservatici da chi aveva il compito di fornirci risposte e invece ha scelto la via della muta provocazione, ci resta solo il vostro grande abbraccio, la meravigliosa solidarietà che ci avete manifestato sostenendo ogni nostra iniziativa.

Ma purtroppo non basta più, perché la misura è colma. Non è per niente facile decidere di fermarci a oltranza, di fermare quel giornale al quale da anni dedichiamo molto più tempo di quanto non ne riserviamo alle nostre famiglie.

Se la nostra battaglia per l'informazione trova il riscontro delle parti sane, migliori, della società di Puglia e Basilicata o se invece è destinata a soccombere per giochi che si ordiscono dietro le quinte.

Ci congediamo da voi con un arrivederci, confidando, come diceva Eduardo, che questa lunga, buia "nuttata" possa passare presto, anche se, a questo punto, la sua durata non dipende da noi, ma da chi ha in mano le nostre sorti ed evidentemente ritiene di poterle gestire come se fossimo al teatro dei pupi.

Vogliamo tornare a lavorare e desideriamo farlo il più presto possibile.

Ma con delle risposte certe e chiare. E soprattutto con uno stipendio. Alcuni si limitano a pubblicare, in formato jpg quindi immagine, le sole prime pagine dei giornali quotidiani.

Molti altri danno invece accesso al Pdf completo, quindi al giornale sfogliabile, di decine e decine di testate diverse. E in genere dalle cinque del mattino in poi cominciano a spuntare le notifiche dei nuovi giornali in arrivo. A volte al mattino si scopre che il gruppo non esiste più, ma al suo posto ne appaiono altri due, identici.

Ce ne sono numerosi, con migliaia di iscritti. Modifiche alla legge 5 agosto n.

Le polemiche In Italia sono sorte polemiche se il mondo dei siti web che non richiedono la registrazione in Tribunale debba rimanere senza vincoli legislativi e soggetta solo ad una autoregolamentazione, oppure in alternativa se debbano essere applicate le norme sulla stampa. Nell'ottobre del il governo ha presentato un disegno di legge sulla riforma dell'editoria in cui aveva stabilito per i blog l'obbligo della registrazione. La dura replica del momdo web ha portato alla precisazione da parte del sottosegretario Levi che la norma non avrebbe trovato applicazione ai blog.

La disputa si è trasferita sul piano giudiziario quando il tribunale di Modica ha condannato lo storico Carlo Ruta per il reato di stampa clandestina Vedi anche:.


simile